Desvelos Tour – 2010

Copertina_Sistoria_Tazenda
 

Domo Mia (feat. Eros Ramazzotti)

(Sardo)

(Beppe)
Co…mmo deo
So innoe
Oe eo
Soe chene-ene ribos

(Eros)
Antigos ‘spiritos, umbras…
Parent chi benint a mie

(Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti cherzo leare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Eros)
Ogni cosa tua
(Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

Arcanos libros in domo mea
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti cherzo ninnare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Eros)
Ogni nota tua
(Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

(Eros)
Anche se non è più casa mia
Sento le tue melodie

(Gino e Gigi)
Ponemila un’idea in sa manu, in su coro

(Eros e Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Gigi)
Ses sa vida mea
(Eros e Beppe)
Ti cherzo ninnare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Gigi)
Ses sa vida mea
(Eros e Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

(Beppe)
Arcanos libros in domo mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Co…mmo deo
(Eros)
So…li noi
(Eros e Beppe)
Oh eh, eh oh
Vola questo canto per te

 

(Italiano)

(Beppe)
O…ra io
Sono qui
Oggi io
Sono senza-enza fiumi

(Eros)
Antichi spiriti, ombre…
Sembrano venire a me

(Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti voglio prendere, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Eros)
Ogni cosa tua
(Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

Arcani libri a casa mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti voglio prendere, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Eros)
Ogni nota tua
(Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

(Eros)
Anche se non è più casa mia
Sento le tue melodie

(Gino e Gigi)
Mettimi un’idea nella mano, nel cuore

(Eros e Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Gigi)
Sei la mia vita
(Eros e Beppe)
Ti voglio cullare, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Gigi)
Sei la mia vita
(Eros e Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

(Beppe)
Arcani libri a casa mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
O…ra io
(Eros)
So…li noi
(Eros e Beppe)
Oh eh, eh oh
Vola questo canto per te

 
Testi

1. Dance On a Volcano
Tazenda  

Sardinia (L.Marielli)

(Sardo)

Sardinia mea, regina, mere de su mare
Ti pico a ballare ca cherzo faeddare
Sardinia ‘e cantos, Sardinia ‘e ispantos
Ti cherzo buliare, ti cherzo frimmare

Cherzo connoscher sa rejone
De sa nostra maledissione

Ello, ello sorre mala, ello sorte mala
Juches in sa cara, in su risu, in sas venas
Sardinia femina mala, su cunnu a su sole
Tue pones. Ispantu! Itte cheres fachere?

Si b’at resposta est in su ‘entu
E si b’at bentu fuidi ‘ia

Ma si naschet unu frore solu
Ue si siat est beranu

Sardinia, terra de falsos poetas
E de mortores beros
Ti lasso augurios sintzeros
Sardinia bella, istella ‘e su chelu:
Ti brujes su culu
E a s’inferru tue fales in bolu

Sos perdidores ’scrient s’istoria
Sos binchidore’ appent sa gloria

Ma si naschet unu frore solu
Ue si siat est beranu

Sardinia mea, regina, mere de su mare
Ti pico a ballare ca cherzo faeddare

 

(Italiano)

Sardegna mia, regina, padrona del mare
Ti prendo a ballare perché voglio parlare
Sardegna di canti, Sardegna di meraviglie
Ti voglio sconvolgere, ti voglio fermare

Voglio conoscere la ragione
Della nostra maledizione

Sorella cattiva, cattiva sorte
Porti nel viso, nel sorriso, nelle vene
Sardegna, donnaccia, la figa al sole
Tu metti. Meraviglia! Cosa vuoi fare?

Se c’è risposta è nel vento
E se c’è vento fugge via

Ma se nasce un solo fiore
E’ primavera ovunque

Sardegna, terra di falsi poeti
E di veri assassini
Ti lascio auguri sinceri
Sardegna bella, stella del cielo:
Ti possa bruciare il culo
E possa tu precipitare in volo all’inferno

I perdenti scrivono la storia
I vincitori abbiano la gloria

Ma se nasce un solo fiore
E’ primavera ovunque

Sardegna mia, regina, padrona del mare
Ti prendo a ballare ché voglio parlare

 
Testi

2. Sardinia
Tazenda  

Sutt' 'e su sole

(Sardo)

Suttí ëe su sole reposant sos eroes

Chíana dadu a su mundu

Calicosa de prus

De una simplitze vida:

Una vida simplitze

Fatta ëe fattos e pacas paraulas

Suttí ëe su sole reposant sos ladrones

Chi nos ana lassadí istorias ëe malatrassa

Chi nos ana lassadí istorias e ëmalasorte

E ant perdidu oras pretziosas che oro

Suttí ëe su sole, suttí ëe su sole

Suttí ëe su sole, suttí ëe su sole

Under the sun, under the sun

Suttí ëe su sole una missa pro sas gherras

In lumen ëe sa Bibbia

In lumen ëe su Corano

Rios de sambene, mares ëe dolore

Lagrimas e anneos

Muntones ëe rena

Suttí ëe su sole pranghene sas rughes

ëe unu piscadore, ëe unu marineri

Pranghet una cria

E una femina mala

Chin su coro in manu o chin su male in coro

Suttí ëe su sole lí ëidimus sos ammentos

Fizos ëe su tempus

E de sa nostalgia

Faeddamus pianu

Faeddamus pacu

De sa vida nostra

E de su misteriu ëe Deus

Suttí ëe su sole una die ëe santíAndria

Amus a passare a uníatera vida

E cada die amus a esser in pache

E amus a ballare

Oppressos e oppressores

Amus a ballare, mortos e mortores

Amus a ballare, servos e barones

Amus a ballare, candelas e frores

Suttí ëe su sole

 

(Italiano)

Sotto il sole riposano gli eroi

Che hanno dato al mondo

Qualcosa di pi˘

Di una semplice vita:

Una vita semplice

Fatta di fatti e poche parole

Sotto il sole riposano i ladroni

Che ci hanno lasciato storie di malaffare

Che ci hanno lasciato storie di cattiva sorte

E hanno perso ore preziose come líoro

Sotto il sole, sotto il sole

Sotto il sole, sotto il sole

Sotto il sole, sotto il sole

Sotto il sole una messa per le guerre

In nome della Bibbia

In nome del Corano

Fiumi di sangue, mari di dolore

Lacrime e dispiaceri

Cumuli di sabbia

Sotto il sole piangono le croci

Di un pescatore, di un marinaio

Piange una bambina

E una prostituta

Con il cuore in mano o con líamaro nel cuore

Sotto il sole li vediamo i ricordi

Figli del tempo

E della nostalgia

Parliamo piano

Parliamo poco

Della nostra vita

E del mistero di Dio

Sotto il sole un giorno di novembre

Passeremo ad uníaltra vita

Ed ogni giorno saremo in pace

E balleremo

Oppressi ed oppressori

Balleremo, uccisi ed uccisori

Balleremo, servi e baroni

Balleremo, candele e fiori

Sotto il sole

 
Testi

3. Sutt 'e su sole
Tazenda  

Etta abba, chelu

(Sardo)

Unu vintibattoro ëe santíAndria

Mi so gosande in pache sa ninnia

De fozas chi síatunzu at istraccadu

Díonzi foza est goi…

Lebia comente custu olvidu

Anninnoranninnora

Sa vida andaí in boníora…

Anninnoranninora

Una frantzichena ëe realidade

Isparta che síolore ëe su maestrale

In custu momentu de otziosidade

Non bíat nudda chi…

Non bíat nudda chi andat male

ëEtta abba, chelu, chi custíannu semus sididos

ëEtta abba ei amus a ballare che indianos

ëEtta abba frisca commo

ëEtta abba, chelu

Unu bindighi de abrile

Corcadu in una cussorza de fraulas

Giogande cun sas nues e síinsoro formas

Non bíat nudda chi… Non bíat nudda chi…

Ma si síabba, ëe su chelu est su suore

Comente caddos nois deppimus essere

Istraccos ma felitzes de currere

Puru cando…calchi cosa andat male

Anninnoranninnora

Sa vida andaí in boníora…

Anninnoranninora

ëEtta abba, chelu, chi custíannu semus sididos

ëEtta abba ei amus a ballare che indianos

ëEtta abba frisca chelu

ëEtta abba frisca commo

ëEtta abba, chelu!

Anninnoranninora

Sa vida andaí in boníora…

 

(Italiano)

Un 24 di novembre

Mi sto godendo in pace la ninnananna

Di foglie che líautunno ha stancato

Ogni foglia Ë cosÏ…

Leggera come questíoblio

Anninnoranninora

La vita va in buoníora…

Anninnoranninora

Un rimasuglio di realt‡

Sparsa come líodore del maestrale

In questo momento di oziosit‡

Non cíË niente che…

Non cíË niente che va male

Getta acqua, cielo, che questíanno siamo assetati

Getta acqua e balleremo come indiani

Getta acqua fresca adesso

Getta acqua, cielo

Un 15 di aprile

Sdraiato in un campo di fragole

Giocando con le nuvole e le loro forme

Non cíË niente che… Non cíË niente che…

Ma se la pioggia Ë il sudore del cielo

Noi dovremmo essere come cavalli

Stanchi ma felici di correre

Anche quando…qualche cosa va male

Anninnoranninora

La vita va in buoníora…

Anninnoranninora

Getta acqua, cielo, che questíanno siamo assetati

Getta acqua e balleremo come indiani

Getta acqua fresca, cielo

Getta acqua fresca adesso

Getta acqua, cielo!

Anninnoranninora

La vita va in buoníora…

 
Testi

4. Etta Abba Chelu
Tazenda  

 

5. Carrasecare
Tazenda  

Madre Terra (duetto con F. Renga)

(Sardo)

(Beppe)
Buongiorno a te
Alma Mater
Ischida, istella mia de sos chelos
(Francesco)
Anima mundi
Primo respiro

(insieme)
Madre Terra, Mama istella
(Beppe) Vittima antica (Francesco) di ogni guerra
(Insieme) Bella Mama addolorada
(Francesco) Rispondi al grido (Beppe) della follìa

(Francesco)
Dae custa notte
Madre Terra
Sognerò solo pace, alba e sole

(Beppe) Anima mundi
(Francesco) Segno di Dio

(Insieme)
Madre Terra, pura stella
(Beppe) Inonda oblìo (Francesco) per ogni vita
(Insieme) Bella Mama addolorada
(Francesco) Rispondi al grido (Beppe) della follìa

(Gigi)
E nos perdones
(Beppe)
De totu sos errores
(Gigi)
E nos perdones
(Francesco ) Nos…huuumm

(Insieme)

Madre Terra, ora brilla
Alza il tuo grido, la tua preghiera
Bella Mama addolorada
Madre infinita

(Francesco)  Buongiorno a te
(Insieme) Madre Terra

 

(Italiano)

(Beppe)
Buongiorno a te
Madre Benevola
Svegliati, stella mia dei cieli
(Francesco)
Anima del mondo
Primo respiro

(insieme)
Madre Terra, Madre stella
(Beppe) Vittima antica (Francesco) di ogni guerra
(Insieme) Bella Madre addolorata
(Francesco) Rispondi al grido (Beppe) della follìa

(Francesco)
Da questa notte
Madre Terra
Sognerò solo pace, alba e sole

(Beppe) Anima del mondo
(Francesco) Segno di Dio

(Insieme)
Madre Terra, pura stella
(Beppe) Inonda oblìo (Francesco) per ogni vita
(Insieme) Bella Madre addolorata
(Francesco) Rispondi al grido (Beppe) della follìa

(Gigi)
E che tu possa perdonarci
(Beppe)
Per tutti i nostri errori
(Gigi)
E che tu possa perdonarci
(Francesco ) A noi…huuumm

(Insieme)

Madre Terra, ora brilla
Alza il tuo grido, la tua preghiera
Bella Madre addolorata
Madre infinita

(Francesco)  Buongiorno a te
(Insieme) Madre Terra

 
Testi

6. Madre Terra
Tazenda  

Non la giamedas Maria (L.Marielli)

(Sardo)

S’andala ‘e sa vida
Nos perdonet sos errores
Attesu dae s’onore
Innoramala naschida

In manu ‘e cussa cosa
Non b’at martire ne eroe
Cun tottu su candore
Ticche juchet in sa losa

S’Ave Maria de su duamiza
A sa janna est iscudende
Ei s’isperantzia andande
Subra a nois prusu no bizat

Cocciarinos inrugados
In su ‘‘tuccaru marrone’’
Umpare a tie che unu coglione
Duos limones acabbados

Non la giamedas Maria
Non la giamedas Johanna
Est una pena prus manna
Est in un’atera bia

In lumen de su sole
Det essere una lastima
Pro su lustru ‘e nostr’anima
Si non bocchimus su male

Nieddu che s’orrore
Su tempus nos raggirat
Ma si accontzada sa mira
Puru nois cherimu’ amore

In sa die de Nadale
A tie faghe unu donu
Tzertu non est indonu
Ma prus de s’oro balet

E como affunda in sa zente
E non cantzelles su passadu
E si s’ammentu est abbunzadu
Chirches luche in su presente

Biancu froccada su nie
Ei gaia fiorit una rosa
Est morzende cussa cosa
Ei custa gherra contr’ a tie

 

(Italiano)

La strada della vita
Ci perdoni gli errori
Lontana dall’onore
Nata in cattiva sorte

Nelle mani di quella cosa
Non c’è martire nè eroe
Con tutto il suo candore
Ti porta nella tomba

L’imbrunire del duemila
Sta bussando alla porta
E la speranza andando via
Non veglia più su di noi

Cucchiaini incrociati
Nello ‘‘zucchero marrone”
Insieme a te come un coglione
Due limoni spremuti

Non la chiamate Maria
Non la chiamate Giovanna
E’ una pena più grande
E’ in un’altra via

Nel nome del sole
Sarebbe un peccato
Per la nobiltà della nostra anima
Se non uccidessimo il male

Nero come l’orrore
Il tempo ci inganna
Ma se aggiustasse la mira
Anche noi vorremmo amore

Il giorno di Natale
Fatti un regalo
Certo non è facile
Ma vale più dell’oro

Ed ora tuffati nella gente
E non cancellare il passato
E se il ricordo è intorbidito
Cerca luce nel presente

Bianca fiocca la neve
E gaia fiorisce una rosa
Sta morendo quella cosa
E questa guerra contro di te

 
Testi

7. Non la giameda Maria
Tazenda  

Procurade de moderare

(Sardo)

Procurade de moderare

barones, sa tirannia

chi si no, pro vida mia

torrades a peí in terra!

Declarada est gi‡ sa gherra

contra de sa prepotenzia

e cominza sa passienzia

in su pobulu a mancare

Mirade chíest azzendende

contra de ëois su fogu

mirade chi no Ë giogu

chi sa cosa andat ëe veras

Mirade chi sas aeras

minettana temporale

zente consizzada male

iscultade sa ëoghe mia

Procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

Su pobulu chi in profundu

letargu fií sepultadu

finalmente despertadu

síabbizzaí chíest in cadena

chíistaí suffrende sa pena

de síindolenzia antiga

feudu, legge inimiga

a bona filosofia

Deghe o doighi familias

síhan partidu sa Sardigna

de una manera indigna

si nde sun fattas pobiddas

Divididu síhan sas biddas

in sa zega antighidade

perÚ sa presente edade

lu pensat rimediare

Procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

Issos dae custa terra

chíhana ëogadu miliones

Malaitu cuddu logu

chi creiaí tale zenia!

Procuradííe moderare

barones, sa tirannia

chi si no, pro vida mia

torrades a peí in terra!

Declarada est gi‡ sa gherra

contra de sa prepotenzia

e cominza sa passienzia

in su pobulu a mancare

Barones, sa tirannia

barones, sa tirannia

barones, sa tirannia

barones, sa tirannia

Procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia

procuradííe moderare, barones, sa tirannia…

 

(Italiano)

Cercate di moderare

baroni, la tirannia

che se no, per la mia vita

tornate a piedi in terra

Dichiarata Ë gi‡ la guerra

contro la prepotenza

e comincia la pazienza

nel popolo a venir meno

Badate che si sta levando

contro di voi líincendio

badate che non Ë un gioco

che la cosa diventa realt‡

Badate che líaria

minaccia temporale

gente mal consigliata

ascoltate la mia voce

Cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

Il popolo che in profondo

letargo era sepolto

finalmente svegliatosi

síaccorge chíe in catena

che sta soffrendo la conseguenza

della sua antica indolenza

feudo, legge nemica

a una buona filosofia

Dieci o dodici famiglie

si son divise la Sardegna

in una maniera indegna

se ne son fatte padrone

Diviso hanno i villaggi

fin dalla cieca antichit‡

perÚ líet‡ del presente

pensa di porvi rimedio

Cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

Loro da questa terra

ne hanno cavato milioni

Maledetto il paese

che crea una genÏa simile

Cercate di moderare

baroni, la tirannia

che se no, per la mia vita

tornate a piedi in terra!

Dichiarata Ë gi‡ la guerra

contro la prepotenza

e comincia la pazienza

nel popolo a venir meno

Baroni, la tirannia,

baroni, la tirannia,

baroni, la tirannia,

baroni, la tirannia.

Cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia

cercate di moderare, baroni, la tirannia…

 
Testi

8. Procurade 'e Moderare
Tazenda  

Phonetic illusion (L.Marielli)

A volte nei sogni capitiamo in situazioni pazze dove le regole, del possibile e dell’impossibile, del cielo e
della Terra si mischiano e la nostra mente non capisce più niente di ciò che le accade.
Ma quando ciò succede nella vita reale allora, sicuramente, stiamo attraversando una zona di transito
che può lasciarci sbalorditi.  La chiave di volta di questa idea risiede nell’infinita possibilità dei linguaggi
utilizzati dalla comunicazione umana.  Le lingue o le parole sono gli strumenti che determinano se sarà
“comprensione” o “incomprensione”.
Tutto il resto saranno soltanto pure Illusioni.

(Sardo)

Luchende faulas
Bides abia
Bolende commo
Sighende illiberas

No b’at in nois
No b’at inìe
No b’at innoe
Senda mia

No b’at inìe
No b’at in nois
No b’at… Iss’est?

Dans’ in maìas
Noas no morent
No morene in…
In maìas

O bois, ello?
‘ìu chene, ‘iu chen…
Ghera ‘e abia
O bois? ‘ìu chen…

No b’at in nois
No b’at inìe
No b’at innoe
Senda mia

No b’at inìe
No b’at in nois
No b’at… Iss’est?

Luchende gai
Bides abia
Bolende commo
Cosende illiberas

Dans’in maìas…

 

(Italiano)

Favole che illuminano
Vedi un’ape
Ora sta volando
Seguendola ti liberi

Non c’è in noi
Non c’è là
Non c’è qui
Tesoro mio

Non c’è là
Non c’è in noi
Non c’è… E’ lei?

Danza in magìe
Le notizie non muoiono
Non muoiono…
In magìe

E voi, ah?
Vivo senza, vivo senza
Cera d’ape
E voi? Vivo senza…

Non c’è in noi
Non c’è là
Non c’è qui
Tesoro mio

Non c’è là
Non c’è in noi
Non c’è… E’ lei?

Luccicando così
Vedi un’ape
Ora sta volando
Gioendo ti liberi

Danze nelle magìe…

 
Testi

9. Phonetic Illusion
Tazenda  

 

10. Pitzinnos
Tazenda  

Domo Mia (feat. Eros Ramazzotti)

(Sardo)

(Beppe)
Co…mmo deo
So innoe
Oe eo
Soe chene-ene ribos

(Eros)
Antigos ‘spiritos, umbras…
Parent chi benint a mie

(Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti cherzo leare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Eros)
Ogni cosa tua
(Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

Arcanos libros in domo mea
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti cherzo ninnare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Eros)
Ogni nota tua
(Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

(Eros)
Anche se non è più casa mia
Sento le tue melodie

(Gino e Gigi)
Ponemila un’idea in sa manu, in su coro

(Eros e Beppe)
Ti cherzo donare su sambene
(Gigi)
Ses sa vida mea
(Eros e Beppe)
Ti cherzo ninnare, oh…
E t’amo, e t’amo
Ses sa vida mea
(Gigi)
Ses sa vida mea
(Eros e Beppe)
E t’amo, e t’amo, oh…

(Beppe)
Arcanos libros in domo mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Co…mmo deo
(Eros)
So…li noi
(Eros e Beppe)
Oh eh, eh oh
Vola questo canto per te

 

(Italiano)

(Beppe)
O…ra io
Sono qui
Oggi io
Sono senza-enza fiumi

(Eros)
Antichi spiriti, ombre…
Sembrano venire a me

(Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti voglio prendere, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Eros)
Ogni cosa tua
(Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

Arcani libri a casa mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Eros)
E’ la vita mia
(Beppe)
Ti voglio prendere, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Eros)
Ogni nota tua
(Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

(Eros)
Anche se non è più casa mia
Sento le tue melodie

(Gino e Gigi)
Mettimi un’idea nella mano, nel cuore

(Eros e Beppe)
Ti voglio donare il sangue
(Gigi)
Sei la mia vita
(Eros e Beppe)
Ti voglio cullare, oh…
E ti amo, e ti amo
Sei la mia vita
(Gigi)
Sei la mia vita
(Eros e Beppe)
E ti amo, e ti amo, oh…

(Beppe)
Arcani libri a casa mia
(Eros)
Sento le parole tue

(Beppe)
O…ra io
(Eros)
So…li noi
(Eros e Beppe)
Oh eh, eh oh
Vola questo canto per te

 
Testi

11. Domo mia
Tazenda  

No potho reposare (tradizionale)

(Sardo)

Non potho riposare amore ‘e coro
Pensende a tie so d’onzi momentu
No istes in tristura prenda ‘e oro
Ne in dispiaghere o pensamentu

T’assicuro che a tie solu bramo
Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo

Si m’esser possibile d’anghelu
S’ispiritu invisibile piccabo

T’assicuro che a tie solu bramo
Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo

Sas formas
E furabo dae chelu su sole e sos isteddos
E formabo unu mundu bellissimu pro tene
Pro poder dispensare cada bene
Unu mundu bellissimu pro tene
Pro poder dispensare cada bene

Non potho reposare amore ‘e coro
Pensende a tie so d’onzi momentu
T’assicuro che a tie solu bramo
Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo

T’assicuro che a tie solu bramo
Ca t’amo forte t’amo, t’amo e t’amo

 

(Italiano)

Non riesco a riposare amore del cuore
Sto pensando a te ogni momento
Non essere triste gioiello d’oro
Ne addolorata o preoccupata

Ti assicuro che desidero solo te
Perché ti amo forte, ti amo e ti amo

Se mi fosse possibile prenderei
Lo spirito invisibile dell’angelo

Ti assicuro che desidero solo te
Perché ti amo forte, ti amo e ti amo

Le forme
E ruberei dal cielo il sole e le stelle
E creerei un mondo bellissimo per te
Per poterti regalare ogni bene
Un mondo bellissimo per te
Per poterti regalare ogni bene

Non riesco a riposare amore del cuore
Sto pensando a te ogni momento
Ti assicuro che desidero solo te
Perché ti amo forte, ti amo e ti amo

Ti assicuro che desidero solo te
Perché ti amo forte, ti amo e ti amo

 
Testi

12. No potho reposare
Tazenda  

Sa festa (L.Marielli)

(Sardo)

Una die ‘e nie
In su coro ‘e sa Sardinia
Un’atera die
Chena sa cara mia
Unu sero ‘e nie
E “chi s’urtimu siat!”
Una notte ‘e nie

Sas zente riet
In Orgosolo, in Orune
L’intendo a chie
Preghende pro niune
Est intr’ a mie
Amigu che unu cane
Una die ‘e nie

Sa festa, sa festa, sa festa
Est cumprida, sa festa
Prima ‘e cumintzare
Pro chie non podet cantare

Santu Jubanne
De sa Barbagia re
M’est cunsizande
A micche falare
Santu Jubanne
De sa Barbagia re
In custa die ‘e nie

Su ‘entu trazat
‘oghes ‘e allegria
In custa cussorza
Bianca de traschia
Su ‘entu trazat
Fintzas a innoe, Maria
In custa die ‘e nie

Sa festa, sa festa, sa festa
Est cumprida, sa festa
Prima ‘e cumintzare
Pro chie non podet cantare

Una die ‘e nie
In su coro ‘e sa Sardinia
Un’atera die
Chena sa cara mia
Unu sero ‘e nie
E “chi s’urtimu siat”
Una notte ‘e nie

 

(Italiano)

Un giorno di neve
Nel cuore della Sardegna
Un altro giorno
Senza la mia faccia
Una sera di neve
E “che sia l’ultima!”
Una notte di neve

La gente ride
Ad Orgosolo, ad Orune
Lo sento chi
Pregando per nessuno
E’ dentro di me
Amico come un cane
Un giorno di neve

La festa, la festa, la festa
E’ finita, la festa
Prima di cominciare
Per chi non può cantare

Monte San Giovanni
Re della Barbagia
Mi sta consigliando
Di scendere giù
Monte San Giovanni
Re della Barbagia
In questo giorno di neve

Il vento trascina
Voci di allegria
In questa campagna
Bianca di foschia
Il vento trascina
Fin qui, Maria
In questo giorno di neve

La festa, la festa, la festa
E’ finita, la festa
Prima di cominciare
Per chi non può cantare

Un giorno di neve
Nel cuore della Sardegna
Un altro giorno
Senza la mia faccia
Una sera di neve
E “che sia l’ultima!”
Una notte di neve

 
Testi

13. Sa Festa
Tazenda  

Mamojada (L.Marielli)

(Sardo)

Chin custa frea
Mal cuada
In sa cara mea
So camminende in s’istrada
Ma intr’ a nois
Est annidada
Onzi die, goi
Dae su mandzanu a s’inghelada

Bois, bois et sa disamistade
Nois, nues in sa malaitta die

Arreu – arreu
Sunt gherrende
E su coro meu
Pro calicunu este pranghende

Bois, bois et sa disamistade
Nois, nues in sa malaitta die
Ma tue ses mama
Fiza, galana

Mamojada, pro cant’ annos ‘alu maltrattada?
Mamojada, itte gloria in sa vinditta b’ada?
Si in s’arveschida
Sambene e muttos ‘e luttos
Ticch’ischidana
Mamojada…
Ses tue immaculada?

De chi este
Custa neche
L’ischene
Fintzas sas berbeches
Lassa chi
Alen’ in pache
Lassa chi
Intre’ unu bicculu ‘e luche

Bois, bois et sa disamistade
Nois, nues in sa malaitta die
Tue ses ermosa
Amiga e isposa

Mamojada, pro cant’ annos…

 

(Italiano)

Con questa paura
Mal celata
Nel mio viso
Sto camminando per la strada
Ma dentro di noi
E’ annidata
Ogni giorno, così
Dalla mattina all’imbrunire

Voi, voi e l’inimicizia
Noi, nuvole nel giorno maledetto

Senza tregua
Fanno guerra
E il mio cuore
Per qualcuno sta piangendo

Voi, voi e l’inimicizia
Noi, nuvole nel giorno maledetto
Ma tu sei madre
Figlia, meravigliosa

Mamojada, per quanti anni ancora sarai maltrattata?
Mamojada, che gloria c’è nella vendetta?
Se all’alba
Sangue e canti di lutto
Ti svegliano
Mamojada…
Sei tu immacolata?

Di chi è
Questa colpa
Lo sanno
Anche le pecore
Lascia che
Respiri in pace
Lascia che
Entri un filo di luce

Voi, voi e l’inimicizia
Noi, nuvole nel giorno maledetto
Tu sei bella
Amica e sposa

Mamojada, per quanti anni…

 
Testi

14. Mamojada
Tazenda  

P.I. 02287380907
 

 
 
previous next
X