DENTRO LE PAROLE

TESTI

Sono un uomo perso dentro le parole, dimentica i miei occhi aprile sbocciano le viole, prima di svanire ancora dietro al primo sole senza cuore.

Un omine isettende novas che a mie, chin su coro in custa traschia cada die
daemi sa fortza daemi sa lughe como in su coro.

Amore che passi lontano dagli occhi, aspetto che gridi il mio nome e mi tocchi d’improvviso si coglierà come un senso di libertà.

Eterno amore dimmi dove sei finito, ho pianto e riso al punto che non ho capito perchè non sei, o forse non siamo forti abbastanza.

E sa galanìa manna de sa prima die, commente frore che unu sero plenu e nie o era il mio, senza te questo nasce da se.

A tie si lu intende su tzumbu e su coro
si cantas a mie cun sa oghe e s’amore che un’ispantu de gloria jubinande a sa muda.

Un omine isettende in custa traschia novas che a mie. Traschia cada die daemi sa fortza daemi sa lughe como.

Amore che passi lontano dagli occhi, si cantas a mie cun sa oghe e s’amore che un’ispantu de gloria.

Aspetto che gridi il mio nome e mi tocchi d’improvviso ci liberà.

Condividi:
© 2020 TAZENDA | SITO UFFICIALE P.I.02287380907TRASPARENZAPRIVACY POLICY